Magazine > Tecnologia > Yamaha presenta a Londra la nuova console DM7. Intervista con Roberto Rinaldi, Yamaha Italia

Yamaha presenta a Londra la nuova console DM7. Intervista con Roberto Rinaldi, Yamaha Italia

13 Giugno 2023
Yamaha presenta a Londra la nuova console DM7. Intervista con Roberto Rinaldi, Yamaha Italia

Siamo volati a Londra per l’evento di lancio della nuova regia DM-7 presso la Japan House di Kensington e intervistato Roberto Rinaldi, di Yamaha Italia.
Ecco le caratteristiche tecniche di questa poliedrica e innovativa console dal prezzo eccezionale!

 

7 giugno 2023. Shizuoka, Giappone – Yamaha è lieta di annunciare la nuova serie DM7 di mixer digitali professionali. La serie DM7 prende i migliori elementi dei precedenti mixer e li combina con nuove caratteristiche innovative in un sistema compatto, potente, ergonomico, flessibile ed espandibile.

Composta da due console e un’unità opzionale di controllo, che include pacchetti software aggiuntivi, la serie DM7 è progettata per offrire risultati eccezionali con un flusso di lavoro migliorato per la musica dal vivo, gli eventi aziendali, il teatro, il broadcast, lo streaming e il mixaggio ibrido, dove una console viene utilizzata per mixare in modo indipendente più di un feed.

Panoramica

Mixer digitale all-in-one espandibile con un’ampia gamma di ingressi e uscite, la serie DM7 comprende due modelli. Il DM7 dispone di 32 ingressi, 16 uscite e può elaborare 120 canali di ingresso in un ingombro di 793 mm x 564 mm, mentre il DM7 Compact ha 16 ingressi, 16 uscite e può elaborare 72 canali di ingresso in un ingombro di 468 mm x 564 mm. Entrambi i modelli sono dotati di una rete Dante fino a 144 in/out a 96kHz, oltre a 48 mix, 12 matrici e due bus stereo. Possono essere utilizzate con i rack I/O Yamaha R Series opzionali e con una serie di dispositivi Dante per ottenere sistemi audio estremamente scalabili e flessibili.

Entrambe le console possono essere ampliate con DM7 Control, per creare il sistema DM7-EX (o DM7-EX Compact). Questa unità aggiunge un maggior numero di controlli fisici e viene fornita con i pacchetti software Broadcast e Theatre. Grazie alle migliorate prestazioni e alle nuove funzioni, la serie DM7 è estremamente flessibile e si adatta alle dimensioni e allo stile dell’applicazione, nonché al flusso di lavoro del tecnico.

Qualità del suono

Il punto di partenza per l’audio deve essere un suono trasparente e senza colorazioni. I mixer Yamaha sono costruiti per catturare l’audio con una precisione assoluta, lasciando così agli utenti la possibilità di aggiungere la loro espressione creativa. Per raggiungere questo obiettivo, la serie DM7 dispone di una serie di caratteristiche chiave, ad esempio: la channel strip presenta gli stessi quattro algoritmi di EQ della serie ammiraglia RIVAGE PM, oltre al limiter FET e al Diode Bridge Comp completamente nuovi. È possibile modificare l’ordine dell’EQ e delle due dinamiche.

L’auto-mixer Dan Dugan è incluso nella channel strip standard e consente di mixare automaticamente fino a 64 canali senza occupare risorse dell’EQ Rack. Sono inclusi anche una serie di plug-in VCM (Virtual Circuitry Modelling), come l’equalizzatore Portico 5033 e il compressore/limitatore Portico 5043 (creati in collaborazione con Rupert Neve Designs), nonché il soppressore di rumore dinamico DaNSe e l’equalizzatore dinamico. È presente anche un FX Rack con accesso a una gamma di effetti di alta qualità.

Funzionamento

La serie DM7 presenta una nuova interfaccia utente, più semplice ed efficiente, con un flusso di lavoro pratico ed intuitivo, mantenendo la nota familiarità delle console Yamaha.

Due grandi schermi multi-touch da 12,1 pollici (uno sul DM7 Compact) combinano un funzionamento intuitivo grazie al multi-touch, utilizzando gli encoder fisici dello schermo e il consueto “touch and turn” Yamaha. Una nuova pagina di selected channel offre molte più informazioni sul singolo canale, consentendo un rapido accesso ai parametri che il fonico desidera utilizzare, viene inoltre mantenuta la pagina CentraLogic per garantire un utilizzo simile ad un mixer analogico. Ai meter di ingresso è stata aggiunta la visualizzazione dell’istogramma, che aiuta a gestire i livelli del pre-amplificatore.

Una novità della serie DM7 è il nuovo utility screen da sette pollici (18 cm), che consente di avere sempre a portata di mano le informazioni e le funzioni essenziali, come la lista delle scene, gli user defined keys e i meter.

Funzionalità

Un’importante novità della serie DM7 è la modalità Split, che consente di dividere i canali di ingresso, le scene e i mix bus, permettendo a un DM7 o DM7 Compact di funzionare come due mixer separati. Utilizzando una sola console, gli utenti possono mixare Front of House e monitor, FoH e broadcast o streaming, ecc. senza compromessi. 

La rete Dante integrata supporta fino a 144 canali di ingresso e uscita, e può essere collegata ad un’ampia gamma di dispositivi di terze parti, per sistemi audio flessibili e altamente scalabili. Sono supportati il controllo remoto dei preamplificatori e di dispositivi di terze parti, semplificando l’utilizzo dei dispositivi Dante dalla console. La serie DM7 dispone anche di una porta USB-C sul pannello posteriore con funzionalità di interfaccia audio a 18 ingressi/uscite per la registrazione, la distribuzione, la riproduzione e il collegamento a sistemi di conferenza, nonché il controllo tramite dispositivi MIDI e DAW.

La rinomata affidabilità di Yamaha è al centro della serie DM7 e per migliorarla ulteriormente è stato aggiunto un secondo alimentatore di ridondanza. È presente anche la nuova funzione Assist che suggerisce le regolazioni del preamplificatore, i nomi e il bilanciamento dei fader, favorendo i fonici a ridurre i tempi di preparazione.

È supportata un’ampia gamma di software e applicazioni, tra cui DM7 Editor, DM7 StageMix, MonitorMix, Console File Converter, ProVisionaire Control e ProVisionaire Touch, che consentono il set-up offline, il mixaggio dei monitor in modalità wireless e il controllo remoto (anche delle periferiche)*.

La serie DM7 include una funzione server Open Sound Control (OSC), che consente di controllare le console da dispositivi compatibili con OSC, mentre il DM7 Compact può essere montato in un rack standard da 19″ per maggiore comodità.

Espandibilità

La serie DM7 può essere ampliata con il DM7 Control. Creando il sistema DM7-EX (o DM7-EX Compact), questa unità aggiunge altri due fader, vari user defined control, una jog wheel per il controllo DAW e controlli dedicati alle scene, al panner e alla monitoria. Offre un ambiente operativo funzionale per produzioni come i musical, che necessitano di un triggering completo e di cambi di scena, e per le applicazioni in cui è importante avere un controllo pratico dei monitor e della DAW**.

L’unità di controllo DM7 viene fornita con i software dedicati Broadcast Package e Theatre Package. Il Broadcast Package offre funzioni per migliorare la praticità del mixaggio broadcast, tra cui il supporto 5.1 Surround, Mix Minus, Audio Follow Video e Loudness Meter. Il pacchetto Theatre include la actor library, la DCA scene grids e il controllo dell’AFC image, oltre ad altre funzioni per le applicazioni teatrali. Questi pacchetti possono essere acquistati separatamente per gli utenti della serie DM7 che non necessitano dell’unità DM7 Control.

Uno slot per schede PY sul pannello posteriore del DM7 e del DM7 Compact offre una maggiore connettività con una varietà di formati audio e dispositivi di controllo esterni. Sono disponibili tre schede PY: PY64-MD (64 ingressi/uscite MADI), PY8-AE (8 ingressi/8 uscite AES/EBU con connettore D-sub a 25 pin) e PY-MIDI-GPI (connettori DIN a cinque pin e D-sub a 15 pin per terminali di controllo MID/GPI ampliati).

Il DM7 e il DM7 Compact sono inoltre forniti in bundle con VST Rack Elements, un software host plug-in che consente ai tecnici di creare i propri rack di effetti, e con il software DAW Nuendo Live di Steinberg, ottimizzato per la registrazione live.

“A complemento dell’attuale ammiraglia RIVAGE PM e delle affidabili console delle serie CL e QL, la serie DM7 offre agli utenti una potente opzione per iniziare il loro viaggio in Yamaha o per espandere il loro parco macchine”, afferma Thomas Hemery, Yamaha General Manager of Global Marketing and Sales, Professional Solutions Division.

“Grazie ai futuri aggiornamenti del firmware, la serie DM7 continuerà ad evolversi per molti anni a venire, esattamente come la serie RIVAGE PM di cui verrà rilasciato a breve un nuovo firmware.”

search